March 1, 2021

Sull'esperienza dell'analisi

L’esperienza ci ha insegnato che la terapia psicoanalitica - opera di liberazione di un essere umano dai suoi sintomi nevrotici, inibizioni e anomalie del carattere - è un lavoro lungo e faticoso. S. Freud, Analisi terminabile e interminabile, Bollati Boringhieri

April 18, 2020

Caducità

Contestai però al poeta pessimista che la caducità del bello implichi un suo svilimento. Al contrario, ne aumenta il valore! Il valore della caducità è un valore di rarità nel tempo. La limitazione della possibilità di godimento aumenta il suo pregio. Era incomprensibile, dissi, che il pensiero della caducità del bello dovesse turbare la nostra gioia al riguardo. (…) il valore di tutta questa bellezza e perfezione è determinato soltanto dal suo significato per la nostra sensibilità viva, non ha bisogno di sopravviverle e per questo è indipendente dalla durata temporale assoluta. Read more

December 16, 2019

La spinta melanconica

Esiste, infatti, una sorta di attitudine melanconica della vita che consiste nel rifiutare la vita stessa, una refrattarietà della vita a tollerare il trauma del taglio e della separazione inflitto dall’azione del linguaggio, a rigettare il lutto della Cosa, una sua tendenza a preservare l’attaccamento all’oggetto perduto. Non a caso per Freud è la figura clinica della melanconia, più di tutte le altre, a mettere in evidenza l’esistenza della pulsione di morte. Read more

October 19, 2019

L'inconscio, l'altra scena o la ragione

Ricordate quando ho estratto dal lavoro inaugurale del pensiero di Freud, L’interpretazione dei sogni, quando ho rilevato che Freud vi introduce innanzitutto l’inconscio come un luogo che egli chiama eine andere Schauplatz, un’altra scena. Sin dall’inizio, sin dall’entrata in gioco della funzione dell’inconscio a partire dal sogno, questo termine viene introdotto come essenziale. Ebbene, io credo che in effetti si tratti di un modo costituente di quella che è, diciamo, la nostra ragione. Read more

September 14, 2019

L'inconscio e il significante

Fin dall’origine si è misconosciuto il ruolo costituente del significante nello statuto che Freud ha assegnato fin da subito all’inconscio, e nei modi formali più precisi. J. Lacan, L’istanza della lettera dell’inconscio, in Scritti Vol. 1, Einaudi

© Mirella Greco 2017-2019